Archivio de "L'opinione di Giustino" >> Il governo degli incapaci: dalla crescita zero al Far West

Editoriali

Guida TV

Il governo degli incapaci: dalla crescita zero al Far West

La giornata politica odierna è stata scandita da due avvenimenti. Il primo, l'allarme lanciato dal Centro Studi della Confindustria che, sulla base di analisi molto più rigorose di quelle fatte dagli attuali governanti, ha parlato di “crescita zero” della nostra economia per l'anno in corso, meritandosi subito l'ironico “siete i soliti gufi” da un noto premio Nobel per l'economia di nome Matteo Salvini.

L'altro, l'approvazione da parte del Senato, con 201 si, 38 no e 6 astenuti, del DDL sulla difesa personale che, negli ultimi 5 anni, ha interessato appena 5 casi.

L'allarme sulla crescita zero è stato condiviso anche dal Governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, da alcuni tra i più autorevoli Centri studi europei e anche dal Presidente della BCE Mario Draghi e questo fatto, pericolosamente sottovalutato dal capo della Lega, significherà portare il rapporto tra il deficit e il Pil, dal 2,04 ipotizzato dalla triade Conte-Di Maio-Salvini, ad almeno il 2,6% e, se non ci saranno interventi capaci di invertire questa pericolosissima tendenza, nel 2020, per sterilizzare l'IVA e fare una adeguata manovra di politica economica, saranno necessari almeno 32 mld di € che passeranno a 52 nel 2021. Dove e come si troveranno questi soldi?

Quindi, il governo dell'abbassamento delle tasse si prepara ad una delle più sonore batoste degli ultimi 10 anni sia per il 2020 che per il 2021.

La vicenda dell'approvazione della Legge sulla difesa personale è ancor più inquietante.

Attualmente sono ben 8 milioni le armi regolarmente denunciate da chi le possiede ed io penso che questa legge farà aumentare di molto il loro numero.

Pertanto, dal fallimentare e propagandistico “aiutiamoli a casa loro”che è servito solo ad alimentare le paure contro gli immigrati ed a lucrare voti anche della povera gente, ora i leghisti lanceranno lo slogan “sceriffi in casa nostra” consegnando ai cittadini e non alle forze dell'ordine, il compito di  difendersi dalla criminalità più o meno organizzata e ci sarà la corsa anche all'acquisto delle armi.

Sono già 70, infatti, i senatori leghisti che stanno predisponendo un DDL “per rendere più agevole l'iter per acquistare un'arma destinata alla difesa personale” che, come già succede negli USA, si  troveranno anche sugli scaffali del supermarket sotto casa, magari vicino ai pomodori in bottiglia, acqua minerale ecc.

Da oggi in avanti, quindi, tutti potremo diventare dei “giustizieri della notte” alla Charles Bronson ed il Far West sarà qui, nelle nostre strade e quando qualche squilibrato, come purtroppo già oggi succede in tutte le parti del mondo che hanno liberalizzato la vendita delle armi, entrerà armi in pugno in un a scuola e farà una strage degli innocenti, che non saranno più bambini e ragazzi che siamo soliti vedere nelle agghiaccianti immagini televisive che vengono trasmesse, ma nostri figli e nipoti, sapremo chi ringraziare.

Tutto questo, col consenso degli italiani che, stando almeno ai sondaggi, per il 52% degli intervistati, esprime gradimento per l'attuale governo.

Giustino Zulli

Chieti, 28 marzo 2019