Archivio de "L'opinione di Giustino" >> Una grande manifestazione popolare a Chieti

Editoriali

Guida TV

Una grande manifestazione popolare a Chieti

Concordando con le preoccupate osservazioni critiche nei confronti del Sindaco Di Primio e dell'intera Giunta comunale del capogruppo di “Chieti per Chieti” Luigi Febo, gli iscritti ad “Articolo uno” ritengono che sia opportuna e necessaria una forte iniziativa di tutte le forze politiche presenti e non all'interno del Consiglio comunale, per portare fuori dalle mura del Palazzo l'evidente stato di crisi di una maggioranza divisa su tutto- come hanno ampiamente dimostrato le ultime tragicomiche vicende che hanno contrapposto Sindaco e componenti dei partiti che sino ad oggi lo hanno appoggiato-  che resta attaccata alle poltrone come i mitili allo scoglio.

Proponiamo, pertanto, a tutte le forze di opposizione ma segnatamente a quelle di maggior peso politico, di organizzare una riunione cittadina, aperta alla partecipazione anche di chi non è iscritto ad alcun partito, per preparare una grande manifestazione di piazza da effettuare nel più breve tempo possibile, anche per superare la logica della sola denuncia fatta sui mezzi di comunicazione di massa che, pur necessaria, è del tutto insufficiente a far capire alla cittadinanza come stanno effettivamente le cose ed i rischi che si corrono con l'attuale amministrazione di destra.

Dopo Ferragosto, a parere degli iscritti ad “Articolo uno”, anche in vista delle prossime elezioni amministrative previste per la primavera del 2020- se non ci saranno accelerazioni della irreversibile crisi in cui da tempo si dibatte l'attuale maggioranza, che potrebbe portare ad elezioni anticipate- bisogna chiamare la popolazione a manifestare tutta la sua insoddisfazione ed indignazione nei confronti di un Sindaco e di una Giunta che hanno portato la città in una crisi profonda dalla quale non sarà facile fuoriuscire.

Solo così, portando fuori dal Palazzo la crisi e chiamando l'intera cittadinanza alla mobilitazione e alla lotta sui temi sociali, si può pensare di cominciare il lavoro di costruzione di una alternativa democratica, progressiste e ambientalista capace di rimettere in cammino la città, dopo la devastante e lunga egemonia delle destre.

Giustino Zulli-Coordinatore cittadino di “Articolo uno”