Archivio de "L'opinione di Giustino" >> LA STUPIDITA' DEI SOVRANISTI DE NOANTRI

Editoriali

Guida TV

LA STUPIDITA' DEI SOVRANISTI DE NOANTRI

Oggi Pacentro, borgo medievale alle pendici del Morrone non privo di un certo fascino, ha vissuto una importante giornata ampiamente e giustamente annunciata e seguita da molti quotidiani e televisioni locali e nazionali. Ha ricevuto la visita di uno degli uomini più importanti e potenti del pianeta, l'ex Capo della CIA e attuale Segretario di Stato, in sostanza il numero due dell'amministrazione Trump, Mike Pompeo.

Nel piccolo centro abruzzese c'è stato, negli ultimi giorni ed anche questa mattina, un legittimo orgoglio perché il potente ospite porta un cognome pacentrano. A Pacentro, infatti, nacque, nel 1875, suo bisnonno Paolo che, come tanti abruzzesi, meridionali ed anche veneti, a fine 800 furono costretti ad emigrare nel New Mexico, USA, Argentina e altrove per uscire dalla miseria di quegli anni.

Pacentro è un piccolo centro che già aveva avuto un momento di notorietà internazionale essendo il paese di nascita degli avi della notissima popstar americana Maria Luisa Ciccone, in arte Madonna, che visitò il borgo durante una tournée italiana all'inizio degli anni novanta del secolo scorso.

Come hanno documentato diversi servizi televisivi, il paese è stato addobbato con tante bandiere tricolori messe vicine a quelle europee e degli USA e, nelle interviste dei pacentrani, è emerso il legittimo orgoglio di avere un ospite così illustre e potente, figlio e nipote di chi è nato da queste parti.

Io mi sono chiesto: quanti di questi paesani dei Pompeo, ma anche elettori della Valle Peligna e dell'Abruzzo, hanno votato Lega alle ultime elezioni nazionali, regionali ed europee?

E quanti di questi avvertono la contraddizione di sentirsi così fieri del loro illustre compaesano per origine mentre hanno votato per chi vuole erigere muri, impedire gli sbarchi di tanti poveri disperati che, come gli avi di Mike, stanno cercando un futuro migliore per sé e i propri figli e nipoti?

Chi ha votato per chi sparge quotidianamente dosi industriali di veleno, odio, disprezzo contro tutti gli immigrati oggi, almeno a mio parere, non avrebbe dovuto partecipare a manifestazioni di simpatia e soddisfazione per l'illustre ospite, così come i dirigenti della Giunta regionale fascioleghista, a partire dal Presidente Marsilio, che per ideologia, sono contrari ai flussi migratori.

Io penso che solo quando i figli, i nipoti, i pronipoti di Mustafà, Alì, Mohammad, Omar, Adham, Hassan, Aisha, Rasha, Halima, Abasi, Abubakar ecc anche in una Italia derazzistizzata, dexenofobizzata, laica, plurale, solidale potranno essere degni rappresentanti ai vari livelli istituzionali dell'Italia, Paese in cui saranno nati, potremo dire di aver fatto un minimo di strada sul terreno del superamento delle discriminazioni per considerarci degni di far parte, tutti, dell'unica razza che popola il nostro pianeta:quella umana.

Giustino Zulli

Chieti, 03 settembre 2019