Archivio de "L'opinione di Giustino" >> COMUNICATO STAMPA CIRCOLO ARTICOLO UNO DI CHIETI

Editoriali

Guida TV

COMUNICATO STAMPA CIRCOLO ARTICOLO UNO DI CHIETI

Il Centro di oggi, 21 maggio, nella pagina di Chieti, riferisce di una colossale quantità di tasse non riscosse dalla Teateservizi che, oramai da diversi anni, non riesce ad adempiere al suo ruolo. Poiché se vengono allegramente evase le tasse locali non si possono erogare adeguati servizi ai cittadini che le tasse le pagano regolarmente, appare chiaro ed evidente che questo aspetto fa parte delle tante inefficienze della Giunta municipale guidata dal Sindaco Umberto Di Primio.

Che buona parte del popolo italiano sia fiscalmente infedele, lo dimostrano i dati: nel 2019, c’è stata una evasione quantificata, sicuramente per difetto, di ben 189 miliardi e 400 milioni di €, mezzo miliardo al giorno, 21 miliardi ogni ora, 350 mila al minuto, 5.800 al secondo.

Quindi, poiché anche sulle tasse locali c’è una certa infedeltà, bisogna rimboccarsi le maniche sia per recuperare efficienza che per fare arrivare nelle casse comunali i soldi necessari per garantire e rafforzare l’erogazione di servizi importanti per la collettività.

Su questa questione, il Circolo cittadino di “Articolo uno” è già più volte intervenuto, purtroppo senza successo, per chiedere se chi evade può stabilire quali tasse pagare e il loro importo e riproponiamo la domanda: possono i contribuenti infedeli tra i quali, come ha dichiarato il 30 novembre 2019 proprio al Centro l’Assessore alle Finanze Valentina Luise, figurerebbero anche amministratori comunali, nominare i vertici delle società abilitate alla riscossione dei tributi locali?

Noi pensiamo di no.

Riteniamo quindi necessario che l’Assessore alle Finanze Luise ci facesse finalmente sapere, come si impegnò a fare, se esistono ed i nominativi degli amministratori fiscalmente infedeli e, possibilmente, anche l’ammontare dei loro debiti, per rispetto alla cittadinanza  perché, su questo problema non proprio edificante, è sceso un intollerabile e colpevole silenzio.

Ci si rende almeno conto che questi comportamenti continuano ad alimentare l’antipolitica e ad aumentare il fossato tra amministratori ed amministrati?

Chieti, 21 maggio 2020 CIRCOLO TEATINO DI “ARTICOLO UNO”