Archivio de "L'opinione di Giustino" >> CHIETI HA BISOGNO DELLA “MOSSA DEL CAVALLO”

Editoriali

Guida TV

CHIETI HA BISOGNO DELLA “MOSSA DEL CAVALLO”
CHIETI HA BISOGNO DELLA “MOSSA DEL CAVALLO”

Chieti, 12 giugno 2020 -

Diversi iscritti ad “Articolo uno” e “Sinistra italiana” provengono dalla storia, per molti versi storicamente molto importante - per il contributo dato dai suoi militanti alle formazioni partigiane che, con gli alleati, dettero il loro contributo per sconfiggere il cancro del nazifascismo, fondare la Repubblica, scrivere la Costituzione democratica e progressista in vigore – del Pci, PdS Ds ed anche Pd e sono interessati e disponibili a fare la loro parte per l’avvio, anche a Chieti, di un processo unitario capace di ricomporre le diverse sensibilità esistenti a sinistra per competere e battere politicamente, culturalmente ed elettoralmente, una delle peggiori destre fasciolegjhiste italiane.

Con questo spirito abbiamo partecipato al tavolo del confronto del centrosinistra per parlare di programmi, individuare una squadra motivata e competente ed un candidato Sindaco all’altezza della situazione per imprimere alla città una svolta democratica e progressista dopo circa mezzo secolo di egemonia democristiana e ben 22 degli ultimi 27 anni gestiti dalle destre fascioleghiste che l’hanno portato all’attuale rovina economica e sociale.

Nel pieno rispetto per il dibattito interno al Pd di Chieti, del quale tuttavia osserviamo un processo di balcanizzazione che non porterà alcun beneficio alla città, stiamo assistendo, almeno sulla stampa in assenza di riunioni ufficiali, a continue proposte di candidature che a nostro avviso non aiutano il processo di necessaria unità delle forze politiche democratiche, progressiste, ambientaliste, ecosocialiste e di sinistra presenti in città.

“Articolo uno” di Chieti, qualora corrispondessero al vero le notizie secondo cui parte del Pd sarebbe disponibile a sostenere la candidatura avanzata da una innaturale alleanza tra un esponente locale di “Italia viva” e di uno dei peggiori esponenti politici cittadini, attualmente in Forza Italia ma con un lungo passato tra le fila delle destre estreme, non parteciperà ad altre inutili riunioni e cercherà, in accordo con “Sinistra italiana”, di formare una o più liste unitarie capaci di individuare e sostenere una candidatura autorevole in grado di ben competere nelle prossime elezioni amministrative previste per il 20 e 21 settembre 2020

La nostra città ha bisogno della “mossa del cavallo”, per dirla con Vittorio Foa, prestigioso dirigente sindacale della CGIL del secolo scorso, con una candidatura in grado di far saltare tutti gli schemi per provare a darle un futuro democratico, progressiste, ambientalista, femminista, ecosocialista e di sinistra.

 

Giustino Zulli, Coordinatore cittadino di “Articolo uno”