Archivio de "L'opinione di Giustino" >> LE CONTRADDIZIONI DELLE DESTRE TEATINE

Editoriali

Guida TV

LE CONTRADDIZIONI DELLE DESTRE TEATINE
LE CONTRADDIZIONI DELLE DESTRE TEATINE

Chieti, 30 novembre 2020 -

Noi di “Articolo uno” abbiamo più volte denunciato pubblicamente, nel corso degli ultimi anni, la disinvolta gestione del Bilancio comunale della Giunta Di Primio che ha portato la nostra città al fallimento.

 

Il Consiglio comunale che si è svolto ieri, ha approvato una delibera con cui si riconosce un incremento annuo delle spese pari a un milione di euro per i debiti accumulati fino ad oggi fuori bilancio.

 

Ricordiamo che il “fuori bilancio” si riferisce ad un debito non previsto al momento della sua approvazione che si assume per il mancato rispetto delle regole di una buona e corretta gestione dell’Ente.

Quali possono essere le cause di un debito fuori bilancio?

 

Sentenze perse passate in giudicato, spese non regolarizzate anche a causa di lentezze burocratiche a volte anche frutto di insufficienza di organico ma, il più delle volte, per una cattiva amministrazione dovuta a scelte politiche sbagliate ed anche per eventuali incapacità dei dirigenti.

 

Alla luce di quanto sopra, possiamo chiedere a chi oggi è una nuova maggioranza, per la quale riteniamo di aver dato il nostro contributo, di dare spiegazioni pubbliche su quanto è avvenuto perché non sempre gli elettori partecipano ai dibattiti in Consiglio comunale, oggi resi ancor più complicati perché svolti “a distanza?”

 

Visto che alcuni ex assessori siedono ancora in Consiglio comunale tra i banchi dell’opposizione, riteniamo che sarebbe estremamente importante conoscere a chi appartengono le responsabilità di disastrose scelte che ricadranno sull’intera collettività.

 

I precedenti Consigli comunali hanno sempre approvato tutti i debiti fuori bilancio e noi riteniamo che l’attuale maggioranza dovrebbe chiarire come stanno le cose anche perché saranno i cittadini teatini a doversi far carico di scelte fatte da amministratori e dirigenti ben retribuiti.

 

Quindi, gli attuali esponenti delle minoranze, più che sollevare polveroni sul riallineamento deciso in tema di retribuzioni dei vertici dell’amministrazione, dovrebbero chiedere scusa alla città e noi di “Articolo uno” che sosteniamo l’attuale maggioranza chiediamo alla neo Assessora al Bilancio di spiegare quanto è accaduto.

 

Le destre che a livello nazionale hanno votato lo scostamento di bilancio per far fronte alle gravi difficoltà in cui si trova il Paese in seguito alla pandemia da Covid-19, a Chieti continuano a votare contro manovre resesi necessarie a causa della loro cattiva gestione della cosa pubblica.

 

I teatini, ma soprattutto coloro che ancora una volta hanno votato a destra, riflettano su queste contraddizioni.

 

Giustino Zulli, Coordinamento cittadino di “Articolo uno”.