Archivio de "L'opinione di Giustino" >> MOMENTO DELICATISSIMO

Editoriali

Guida TV

MOMENTO DELICATISSIMO
MOMENTO DELICATISSIMO

Chieti, 21 febbraio 2021 -

Ma quello che stiamo purtroppo vivendo “è un momento delicatissimo” che richiede “responsabilità” perché “i contagi giornalieri sono praticamente raddoppiati” al punto che “dobbiamo fare la massima attenzione perché i dati ci dicono che il virus sta dilagando a causa della variante inglese per la cui diffusione la nostra comunità sembra avere il primato”, come ha giustamente ricordato il Sindaco Ferrara o fare appelli al Presidente Draghi “affinché disponga la riapertura di teatri, cinema, musei e luoghi di cultura”, sia pure rispettando tutte le regole, in questa drammatica fase?

Esiste un Ministro della Salute, Roberto Speranza -  non a caso uno dei pochi riconfermati dal neo Presidente del Consiglio Mario Draghi - che, in continuo contatto con il Comitato Tecnico Scientifico Nazionale, credo stia dando le migliori risposte per evitare l’ulteriore diffusione del contagio anche ricorrendo a dolorose chiusure di cui sono il primo a rammaricarmi, in quanto abbonato da diversi anni agli spettacoli di prosa del Teatro Marrucino e frequentatore della piscina comunale, ma ritengo che il momento richieda a tutti, continuando  fare i sacrifici necessari, di seguire le indicazioni del Governo nazionale, senza inutili forzature.

 

Già una volta, recentemente, a mio parere si è sbagliato quando, seguendo non le direttive del Ministro ma quelle del Presidente della Giunta regionale Marsilio che decise, sulla base di una politica di contrapposizione al Governo nazionale, di anticipare di alcuni giorni la fine della “zona rossa”, bacchettata anche dal TAR, creando non poche difficoltà sia ai commercianti che ai cittadini.

 

Non ripetiamo gli errori dell’estate scorsa quando, cedendo ad interessi di parte (gestori di discoteche, stabilimenti balneari ecc.) un virus fino ad allora tenuto sotto controllo riprese con maggiore forza a circolare, causando altre decine di migliaia di morti.

 

Oggi ricorre, purtroppo, il primo anniversario della individuazione del Covid 19 che, in un solo anno, in Italia, ha coinvolto 2,8 milioni dà ai cittadini con oltre 95 mila morti. Cerchiamo di remare tutti nella stessa direzione. Quella che, con il determinante contributo degli scienziati, ci sarà indicata dal Ministro Speranza.

 

Giustino Zulli  

Coordinatore cittadino di “Articolo uno”