Archivio de "L'opinione di Giustino" >> LO SQUALLIDO CINISMO

Editoriali

Guida TV

LO SQUALLIDO CINISMO
LO SQUALLIDO CINISMO

Chieti, 7 aprile 2021 -

Ma c’è davvero chi crede che ci sia qualcuno contento e soddisfatto per come stanno andando avanti le cose da circa 14 mesi in Italia e nell’intero pianeta per l’esplosione della pandemia dovuta al Covid-19?

 

Che suggerire la prudenza e il richiamo alla scienza per assumere le decisioni conseguenti significhi fare da bersaglio al punto da far venire fuori il peggio del peggio da parte di alcuni?

Eppure, c’è chi, un giorno sì e l’altro pure, cerca di scatenare odio e rancore nei confronti di chi si assume la responsabilità di scelte anche dolorose e difficili, diventando così il capro espiatorio di alcuni sciacalli, i cosiddetti “aperturisti”.

 

Ormai da diverso tempo il Ministro della Salute Roberto Speranza (uno dei pochi riconfermati dal Neopresidente del Consiglio Mario Draghi) è sottoposto a violenti e vergognosi attacchi da parte di alcuni dei principali esponenti della Lega e delle destre che, dove governano (Lombardia, Sicilia, Calabria, il nostro Abruzzo ecc.),  stanno   dimostrando di non essere all’altezza della situazione, con scandali di ogni tipo che, purtroppo, fanno poca notizia da parte dei grandi organi di informazione.

 

Evidentemente, questa almeno è la mia impressione, per cercare di distogliere la (poca) attenzione da tanti fatti e misfatti di una pubblica opinione sempre più giustamente preoccupata per le tante cose che continuano a non andare bene nonostante le roboanti promesse di due mesi fa, si continua a buttare il pallone in tribuna.

 

E così, nonostante le attese suscitate dal nuovo governo presieduto da Draghi, i supertecnici, i nuovi responsabili in uniforma nella lotta alla pandemia che obiettivamente non possono fare miracoli, diventa molto più facile dare ogni responsabilità al Ministro Speranza che riceve minacce di morte per sé e la sua famiglia in un crescendo rossiniano di varia vigliaccheria che, nelle ultime ore, ha coinvolto anche il Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini (al quale è stato recapitato un pacco sospetto su cui si sta indagando),  entrambi appartenenti allo schieramento di centrosinistra.

 

Come dice un vecchio adagio, “chi semina vento raccoglie tempesta”. Ed è, purtroppo, quello che sta avvenendo nel nostro amato Paese per cinismo politico di alcuni squallidi soggetti che soffiano, irresponsabilmente, sui drammi economici ed esistenziali di tantissime persone.

 

A costoro poco importa sapere che nel pianeta Terra sono già 132 milioni i contagiati dal covid-19 che hanno causato la morte di circa 3 milioni di esseri umani (in Europa i casi sono già 32,4 milioni con 762.323 morti, in Italia 3,680 milioni con 111 mila morti che saranno, purtroppo, già superati quando questo articolo sarà letto).

 

A chi soffia sul fuoco dell’insofferenza interessa solo instillare gocce giornaliere di odio e rancore contro i presunti responsabili di questa situazione difficile che stiamo vivendo, chiedendo tutto ed il contrario di tutto sostenendo, contemporaneamente, l’eliminazione di tutte le cartelle esattoriali ed ogni tipo di condono e l’aumento dei ristori che, pur necessari, saranno a carico delle future generazioni che già stanno duramente pagando questa fase della loro vita.

 

Molti di noi si augurano che il covid-19 possa essere sconfitto da una diffusa vaccinazione che ci consenta di riprendere, tra non molto, la vita normale, sia pure con le cautele del caso. Molti. Non tutti. Perché ci sarà sempre chi, una volta sconfitta la pandemia, avendo sempre e comunque un nemico contro cui combattere, continuerà a sparare le solite stupidaggini, sperando di essere creduto.

 

Giustino Zulli

 

L'opinione di Giustino Zulli

I sapori dalle nostre tavole