Editoriali

Guida TV

SOLO DODICI ?
SOLO DODICI ?

Chieti, 10 ottobre 2021 -

Le immagini della devastazione della sede della CGIL nazionale, gli attacchi alle forze dell’ordine, i tanti saluti romani fatti da tanti facinorosi, dimostrano che c’è stata una regia di chi ha tutto da guadagnare soffiando veleno su una rabbia a volte anche giustificata dalle tante cose che non vanno ancora nel verso giusto nel nostro Paese.

Quello che intendo rilevare, almeno in questa occasione, è che molti di questi delinquenti che hanno partecipato all’assalto e distruzione di arredi nella sede della CGIL, solitamente poco presidiata di sabato e domenica, sono stati ripresi da molte telecamere a volto scoperto.

 

Possibile che gli arrestati siano stati solo 12, tra cui Biagio Passaro, del movimento “Ioapro”, l’ex Nar (nuclei armati rivoluzionari) Luigi Aronico, “er pantera di Monteverde”, ora in Forza Nuova diretta da due altri arrestati Roberto Fiore e Giuliano Castellino?

 

Ci sono stati ben 38 agenti di polizia feriti, tra cui due di una certa gravità, negli scontri, mentre nella notte si è verificato un altro gravissimo episodio con l’assalto di almeno trenta facinorosi al Pronto soccorso del Policlinico Umberto I, dove era stato ricoverato uno dei manifestanti.

 

Di fronte a tutto quanto è stato ampiamente documentato dai TG e quotidiani, credo che ben più di 12 dovevano essere gli arrestati e mi auguro che diversi di questi delinquenti vengano identificati, messi in galera e, quando ci saranno i processi, condannati a pene esemplari e, soprattutto, a risarcire i danni causati alla sede della CGIL, così come spero che, finalmente, venga data attuazione alla nostra Costituzione con la messa al bando di tutte le organizzazioni dell’estremismo di destra.

 

Penso, ancora, che tutte le immagini viste, hanno contribuito a far capire che dietro le bonarie metafore di Pier Luigi Bersani, Presidente nazionale di “Articolo uno”, c’era la consapevolezza che nel nostro Paese, ormai da anni, stava prendendo corpo una destra eversiva, squadrista, da molti sottovalutata e ridotta a fenomeno da baraccone.

 

Quando Bersani, in tutte le (purtroppo poche) trasmissioni televisive che lo hanno ospitato, ha parlato di “mucca nel corridoio”, voleva proprio contribuire a far riflettere molti sul reale pericolo, per la nostra democrazia, di essere rimessa in discussione dagli squadristi di Lealtà e Azione, Forza nuova, Casa Pound ed altre sigle della galassia delle destre più facinorose ed estremiste.

 

Quanto successo sabato - soprattutto nella sede attaccata e devastata della CGIL, da sempre presidio della democrazia, impegnata nelle battaglie per l’emancipazione delle classi più umili, per rinnovare e migliorare i contratti di lavoro e dare maggiore dignità al mondo del lavoro dipendente -  dimostra che i pericoli reali per la nostra democrazia e la civile convivenza, vengono solo da destra. Contro questi pericoli, sabato 16 si svolgerà, a Roma, una grande manifestazione unitaria promossa da CGIL, CISL e UIL. Chi può, partecipi.

 

Giustino Zulli

 

Foto ADNKronos