Archivio de "L'opinione di Giustino" >> ORMAI SIAMO AL DELIRIO

Editoriali

Guida TV

ORMAI SIAMO AL DELIRIO
ORMAI SIAMO AL DELIRIO

Chieti, 12 ottobre 2021 -

Partecipando, con altri ospiti, ad una parte dell’odierna trasmissione Tagadà, condotta su La7 dalla giornalista Tiziana Panella, Roberto Castelli, leghista, già Ministro e tra i politici di punta del Carroccio, ha fatto affermazioni a mio parere gravissime ed anche provocatorie.

 

Alla conduttrice che chiedeva, a lui come agli altri ospiti, un giudizio sulle immagini che scorrevano documentando l’atto di squadrismo fascista compiuto contro la sede della CGIL nazionale a Roma, Castelli ha risposto domandando a sua volta alla conduttrice “cui prodest?”

(A chi giova?) quanto era accaduto, giungendo perfino ad insinuare il sospetto che, essendoci il ballottaggio domenica 17 per eleggere il nuovo Sindaco di Roma, l’assalto alla CGIL, con la conseguente distruzione di mobili e arredi, vetri e computer rotti, tentativi di incendiare l’intera sede, sarebbe stata opera di mai precisati ambienti di sinistra.

 

Ora, sostenere che l’assalto squadrista alla CGIL, con tanti energumeni col braccio teso nel classico saluto romani e anche quello contro il Pronto soccorso del Policlinico Umberto I per “liberare” un manifestante rimasto ferito negli scontri, sarebbero stati compiuti da ambienti non fascisti - parola che non è riuscito mai a pronunciare nel corso dell’intera trasmissione - a mio avviso è semplicemente delirante.

 

Mentre si svolgeva questa discussione, nello studio è arrivata la notizia che la vice-questora Nunzia Annunziata Schilirò – già salita agli onori della cronaca per aver comiziato contro i vaccini e l’uso del green pass – è stata sospesa dal servizio per aver chiesto “l’immediata punizione dei poliziotti che hanno picchiato i manifestanti senza alcuna provocazione”, stravolgendo la verità dei fatti.

 

Ricordando che ben 38 poliziotti sono rimasti feriti, più o meno gravemente, nel corso degli scontri provocati dai fascisti, le cui organizzazioni eversive vanno definitivamente sciolte, come è scritto nella nostra Costituzione.

 

Io penso che le deliranti dichiarazioni del leghista Castelli e della vice questora Schilirò siano la dimostrazione dell’irresponsabile clima che si sta cercando di alimentare nel nostro Paese da parte di alcuni esponenti di destra.

 

Perfino un parlamentare ora in Forza Italia, proveniente da una lunghissima militanza prima nel Msi-Dn e An, Maurizio Gasparri, ha detto che la vice questora andrebbe rimossa dal suo incarico, non semplicemente sospesa.

 

Contro questo clima di odio, a salvaguardia delle nostre istituzioni democratiche, per il lavoro e la coesione sociale, CGIL, CISL e UIL hanno indetto una manifestazione nazionale a Roma per sabato 16 c.m.

 

Torno ad invitare tutti coloro che possono, a partecipare, contattando tutte le sedi territoriali dei sindacati. Mai, come in questa occasione, la presenza sarà decisiva.

 

Giustino Zulli