Archivio de "L'opinione di Giustino" >> MOVIMENTO IO APRO?
MOVIMENTO IO APRO?
MOVIMENTO IO APRO?

Chieti, 24 novembre 2021 -

Questa mattina, facendo parte di quel 90% che ha vinto il referendum sulla scienza contro la superstizione, come ha giustamente detto il nostro Presidente della Repubblica Mattarella, sono andato a fare la terza dose del vaccino anticovid-19. Nel corso dei 15 minuti di attesa per osservare le sconvolgenti e apocalittiche previsioni dei no vax, no mask, ma si dux, ho messo ripetutamente monete di tutti i tipi per vedere, finalmente, l’effetto calamita di cui parlano tanti di questi ciarlatani apprendisti stregoni, ma niente! Le monete, tutte, sono cadute per terra forse perché coniate da qualche oscura potenza intergalattica, quella che viaggia con le scie chimiche e si trova vicino alla costellazione di Cialtronia che ci vorrebbe ridurre tutti ad obbedienti automi.

Ho notato persone serie, di diversa età, fare educatamente la fila senza protestare, sedersi in attesa del proprio turno, con la convinzione di stare a fare una cosa utile e giusta per non infettarsi o infettare.

 

L’esatto contrario di tanti facinorosi, pseudo scienziati, diversi dei quali facenti parte o simpatizzanti  del movimento “Io apro” che ha avuto anche l’onore di comparsate in televisione, compreso quel personaggetto che si è immortalato mentre contribuiva a distruggere parte della sede della CGIL nazionale in seguito ad una tipica manifestazione squadristica.

 

I responsabili del movimento “Io apro”- che intendono formare un loro partito - come dimostrano tutti i dati a disposizione, stanno, al contrario di come si qualificano, creando le condizioni per la chiusura di molte attività economiche.

 

So benissimo che i no vax, no mask ma si dux, in possesso di inossidabili verità derivanti dai loro profondi studi fatti nelle Università di Paperopoli o Topolinia, non si convinceranno mai di stare sbagliando tutto ed io credo che, a 20 mesi dall’esplosione di una pandemia che ha già fatto molti danni, morali ed economici,  sia arrivato il momento che il Consiglio dei Ministri stabilisca l’obbligatorietà della vaccinazione per tutte le categorie di lavoratori, dipendenti ed autonomi, al netto di chi ha obiettive ed accertate controindicazioni che dovranno essere gli scienziati e i medici a stabilire.

 

Chi vorrà continuare ostinatamente nella sua crociata antiscientifica, ne paghi almeno le conseguenze.

 

Come?

 

Escludendo il licenziamento per i lavoratori dipendenti, non credo che ridurre alcune tutele previste per chi le regole le rispetta sia un attentato alla democrazia e alla libertà, di cui sparlano certi squallidi soggetti.

 

Chi mette a rischio non solo la sua salute ma anche quella degli altri, i diritti di chi dev’essere curato in quegli ospedali che non riescono a garantire la salute di tutti per le terapie intensive che potrebbero tornare a creare problemi, come è successo negli ultimi 20 mesi con interventi anche di una certa urgenza rinviati specie per i malati oncologici, non può continuare ad avere gli stessi diritti di chi ha seguito e segue le indicazioni degli scienziati e dei medici più responsabili.

 

Le minoranze rumorose e violente, a mio parere, non dovrebbero continuare a creare danni morali ed economici alla maggioranza delle persone per bene, che rispettano le regole perché vogliono tornare a vivere sconfiggendo definitivamente un virus che solo questi irresponsabili continuano ad alimentare.

 

Ad oggi, nel mondo si registrano 259 milioni di casi con 5,17 milioni di morti. In Italia, siamo arrivati ai 4,94 milioni di casi con 133 mila morti.

Cosa deve succedere ancora?

 

Giustino Zulli

 

I sapori dalle nostre tavole