sport >> Altri sport >> L’ULTIMO COLPO: IZABELA KUS

Editoriali

Guida TV

L’ULTIMO COLPO: IZABELA KUS
L’ULTIMO COLPO: IZABELA KUS

La centrale polacca, classe 1993, è la tredicesima giocatrice del roster 2017/2018: “Voglio prendermi una rivincita dopo la brutta stagione dell’anno scorso".

Chieti, 12 ottobre 2017 – Nella settimana che porta al debutto in campionato a Benevento, la CO.GE.D. Pallavolo Teatina è lieta di annunciare un nuovo rinforzo a disposizione di Alceo Esposito. Izabela Kus, centrale ventiquattrenne che ha militato l’anno scorso in B2 con la maglia del Pagliare, è infatti la terza giocatrice che si alternerà nel ruolo (assieme a Nunzia Ragone e Alice Di Tizio) e rappresenta in assoluto un innesto di qualità per la squadra neroverde.

Giunta in extremis, Iza è comunque già pronta a scendere in campo e ad aiutare le sue nuove compagne: “Venire a Chieti è stata un’opportunità dell’ultimo minuto. Quest’anno avevo fatto una scelta difficile, ovvero mettere in secondo piano la pallavolo per dedicarmi al lavoro, e questo per molte ragioni personali. Purtroppo l’opportunità di lavoro che avevo tra le mani non è andata come speravo, sono stata contattata da Chieti lo scorso fine settimana e ci ho pensato molto prima di decidere. Alla fine mi sono convinta ad accettare perché la società si è dimostrata molto disponibile ad aiutarmi a trovare una sistemazione lavorativa, che è quello che stavo cercando. Vengo da un anno difficile: il campionato a Pagliare non è andato come speravamo e in tutto ciò, verso la fine di marzo, mi sono anche infortunata e sono dovuta stare fuori per cinque partite (se ricordo bene).

Anche questo ha influenzato molto la mia decisione di mettere la pallavolo in secondo piano.
 
Quest’anno voglio giocare spensierata e divertirmi, ma in particolare voglio prendermi una rivincita dopo la stagione passata, ottenendo il massimo risultato possibile. Per quanto riguarda le mie caratteristiche, tecnicamente e tatticamente punto molto sulla battuta e sul muro:  ho sempre giocato da c2 e sono le due cose che mi danno sicurezza. Caratterialmente, sono molto autocritica e pretendo molto da me stessa, forse anche troppo, perché se mi impunto su qualcosa poi è la fine… [ride]. Avendo fatto più di un’amichevole contro Chieti l’anno scorso, ricordo molte delle mie nuove compagne, come la palleggiatrice Negroni e la banda Cocco. Poi, avrò il piacere di ritrovare una mia vecchia compagna di squadra, Claudia Mazzarini, con la quale ho giocato anni fa quando ancora ero a Jesi. E conosco anche Lorenza Lupidi, che l’anno scorso giocava con una mia amica a Civitanova. Insomma, c’è tutto per fare bene e io sono pronta a dare il mio contributo!”


GIUSEPPE MROZEK