sport >> Altri sport >> GRINTA SIECO

Editoriali

Guida TV

GRINTA SIECO
GRINTA SIECO

Ortona, 3 novembre 2019 -

La Sieco allunga la striscia di risultati positivi e nell’anticipo contro Cantù mette in cascina altri tre punti importanti conquistando il titolo di “Re per una notte”, primi in classifica in attesa degli altri incontri di domenica.

Per la sua squadra Mister Cominetti opta per la sua Cantù il sestetto classico composto dal palleggiatore Baratti con Raydel Poey opposto. Cominetti e Motzo in banda, Monguzzi e Frattini al centro. Butti libero. I padroni di casa rispondono con Pedron regista, Marks opposto e con gli schiacciatori Bertoli e Ottaviani. Al centro ci sono Capitan Simoni e Menicali mentre il libero è Toscani. La partenza della Sieco è super. La concentrazione è massima soprattutto in fase di copertura e i servizi sono insidiosi. Cantù è frastornata e neanche la potenza dell’opposto Poey riesce a tenere i suoi nei binari. Bertoli e Ottaviani in stato di grazia, facilitati c’è da dirlo, da un ispirato Pedron.

 

Tiene bene la SIECO anche in battuta che arriva sempre molto veloce ai ricettori di Cantù, costretti ad un 26% di positività. Ma la Sieco non sarebbe Sieco se non facesse soffrire i propri tifosi. Il secondo set parte con un micidiale turno al servizio di Menicali: 3-0 e parziale in discesa. O almeno così sembrerebbe. A metà set arriva il classico calo, gli avversari macinano gioco e punti, alla Sieco gira la testa e gli ospiti riescono addirittura ad andare in vantaggio 12-13. La fase calante, però, è solo momentanea, il muro riprende a fare il proprio lavoro e la Sieco torna a volare chiudendo a proprio favore anche il secondo parziale con una botta ravvicinata di Bertoli che sposta il muro a due di Cantù e chiude i conti. Cantù nel terzo set parte determinata a raddrizzare i conti. Cala il muro di Ortona e gli attacchi delle bande lombarde trovano strada facile verso il terreno abruzzese. La corsa della Pool Libertas sembra inarrestabile, adesso il loro gioco gira bene anche al servizio.

 

Nunzio Lanci prova a mischiare le carte e Astarita prende il posto di Bertoli. Il cambio tuttavia non da la scossa sperata, Poey sembra un altro o forse è il muro ortonese ad essere appannato. Cantù palla dopo palla aumenta il margine di vantaggio volando sulle ali dell’entusiasmo. Poey diventa inarrestabile, capace di schiacciare da qualsiasi posizione ed in qualsiasi condizione. Entrano anche Sesto per Simoni e Carelli per Marks ma la musica non cambia, gli ospiti hanno ingranato e non c’è modo di fermarli. Cantù vince il terzo set e i giochi si riaprono.

 

La Sieco che torna in campo sembra più concentrata ma gli avversari non sono più quelli dei primi due Set e ci vuole tutta la migliore Impavida per scappare avanti nella prima fuga. Torna a funzionare il muro che riesce in più occasioni anche a fermare un Poey che nel set precedente era stato in molti sensi “sopra le righe”. Bravi gli impavidi a capitalizzare un vantaggio fino a metà set, quando Cantù ha un nuovo e decisivo calo un po’ in tutti i fondamentali con tante grazie dalla Sieco che chiude e conquista altri tre punti.

 

Cristoph “Bibob” Marks: «Abbiamo fatto troppi errori nel terzo set, siamo calati di intensità e quando loro sono andati avanti non avevamo più né la forza né lo spirito per recuperare il gap. Non sono per niente contento della mia gara oggi. Per fortuna Ottaviani e Bertoli hanno ben sopperito alla mia gara opaca».

 

Nunzio Lanci: «Mantenere l’intensità dei primi due set era ben difficile. Bravi loro a sfruttare la nostra distrazione ma poi siamo ripartiti con la giusta intensità soprattutto in battuta dove abbiamo giocato una buona partita. Abbiamo voglia di continuare a giocare partita dopo partita con la stessa intensità. Se riuscissimo sempre a mantenere i livelli visti nei primi set di questo avvio di campionato, potremmo giocarcela con qualunque avversaria».

 

Prossima gara per gli impavidi sarà la trasferta di domenica 10 novembre, ore 18.00 a Castellana Grotte, contro la MaterdominiVolley.it. Per l’occasione la tifoseria organizzata de I DRAGONI stanno organizzando un pullman per seguire i propri beniamini anche in Puglia. Per info è disponibile il numero 347 930 1009 (Vincenzo). I link per seguire la diretta streaming verranno pubblicati sul sito internet della Sieco Impavida Ortona.

 

Sieco Service Impavida Ortona – Pool Libertas Cantù 3-1 (25-17 / 25-22 / 15-25/ 25-18)

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 7, Pesare (L), Bertoli 12, Sesto, Ottaviani 18, Pedron 1, Toscani (L), Del Frà n.e., Salsi n.e., Carelli 1, Marks 11, Astarita 2, Menicali 9. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice Allenatore: Mariano Costa.

 

Pool Libertas Cantù: Poey 20, Monguzzi 6, Butti (L), Cominetti 15, Rudi (L), Mazza 1, Arasomwan 7, Baratti, Frattini n.e, Gasparini n.e, Regattieri, Motzo, Suraci n.e, Maiocchi 8. Allenatore: Luciano Cominetti. Vice Allenatore Redaelli Massimo.

Durata Totale: 1h 37’ I Set: 22 – II Set: 27’ – III Set: 24’– IV Set: 24’

Muri Punto: Ortona 7 – Cantù 9

Aces: Ortona 8 – Cantù 3

Errori Al Servizio: Ortona 10 – Cantù 18

Arbitri dell’incontro: i signori Zingaro Riccardo, di Foggia e Di Bari Pierpaolo, Brindisi. Al tavolo del refertista elettronico siederà Dario Di Florio mentre addetto al video-check Fabi Emanuela.