sport >> Altri sport >> FINALE AMARO

Editoriali

Guida TV

FINALE AMARO
FINALE AMARO

Ortona, 10 novembre 2019 -

Avanti 5-3 fino a 70 secondi dalla fine, i gialloverdi incassano 2 reti in extremis e chiudono in pareggio una gara faticosa e difficile. Tripletta per Calderolli. Secondo pareggio consecutivo per la Tombesi, che dopo il 2-2 di Lucrezia non va oltre il 5-5 in casa contro la Roma. Era iniziata molto bene per i gialloverdi, avanti dopo appena 56 secondi con Calderolli, ma il pareggio di Cardone (1.32) aveva subito lasciato intendere che non sarebbe stata una serata facile.

Trovato il 2-1 con un gran destro da fuori di Adami (2.26), la Tombesi si è fatta di nuovo raggiungere, stavolta da Immordino (5.41), lasciato incredibilmente solo sul secondo palo su un cross proveniente da sinistra. Sul 2-2, la partita si è fatta più nervosa e tremendamente difficile per la squadra di casa, con le rotazioni ridotte all’osso dagli infortuni: agli indisponibili Dudù Rech e Andrea Dell’Oso si è aggiunto, dopo 5 minuti, Rafael Adami, colpito da un problema muscolare che gli ha impedito di proseguire la partita.

 

A meno della metà del suo potenziale anche capitan Silveira, che ha comunque stretto i denti sacrificandosi, come sempre, per la squadra. Pur tra le difficoltà, la Tombesi ha chiuso il primo tempo in vantaggio, grazie alla doppietta di Calderolli (14.58), e anzi ha avuto l’opportunità di allungare, ma Gabriel Focosi non è riuscito a trasformare il tiro libero (16.39). La partita è continuata sulla stessa falsariga nel secondo tempo, in una situazione di equilibrio. Il 3-3 della Roma è arrivato su un altro, clamoroso errore individuale (Di Scala, 9.42), ma ancora una volta i gialloverdi hanno avuto la forza di tornare avanti, anche grazie a un po’ di fortuna e a uno sfortunato autogol giallorosso.

 

La partita è sembrata chiusa quando, sfruttando una palla recuperata con la Roma tutta in avanti e col portiere di movimento, Calderolli ha siglato a porta vuota la tripletta personale e il 5-3 gialloverde (17.17). Ma la Roma non si è arresa, trovando, grazie a un rimpallo fortunato, il 4-5 e poi, a 22 secondi dalla fine, il 5-5 (tripletta personale per Di Scala). Agli errori individuali in difesa vanno aggiunti almeno un paio di clamorose occasioni da gol non concretizzate dagli ortonesi nel secondo tempo e che di certo hanno pesato sul risultato finale. La Tombesi sale a quota 14 punti in classifica e la prossima settimana sarà impegnata nella difficile trasferta di Viterbo.

 

Giuseppe Mrozek