Archivio de "Notizie dal mondo"

Editoriali

Curioso e bizzarro

Guida TV

Notizie dal Mondo

L’eroe garibaldino Raffaello Sernesi

L’eroe garibaldino Raffaello Sernesi

Bolzano, 13 agosto 2017 - Venerdì scorso, i soci della Sezione Provinciale di Bolzano dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini presieduta da Sergio Paolo Sciullo della Rocca, riuniti presso la sede sociale hanno ricordato la figura del garibaldino Raffaello Sernesi, nato a Firenze il 29 dicembre 1838 che partecipò come volontario alla terza guerra d’indipendenza inquadrato nel 6° Reggimento del Corpo Volontari Italiani comandato dal Colonnello Giovanni Nicotera.

 

L’ABRUZZO NELLA FESTA DELL’ITALIANITÀ IN SAN MARTIN

Buenos Aires, 4 agosto 2017 - Nei giorni 29 e 30 luglio, nella città di San Martin a 20 chilometri da Buenos Aires, si è celebrata la festa dell’italianità che, specialmente in questa località, è caratterizzata dalla grande quantità di immigrati provenienti da varie regioni italiane.

L’Abruzzo è stato presente alla manifestazione con l’Associazione Abruzzese “Villa San Vincenzo di Guardiagrele”, con il suo stand gastronomico e turistico, per tutti e due i giorni. Lo stand è stato visitato da molta gente che ha potuto apprezzare le delizie abruzzesi come le pizzelle, i biscotti, la cicerchiata, fino alla classica porchetta abruzzese.

Sono intervenuti alla manifestazione il Sindaco di San Martin, Gabriel Katopodis, il Vice Console d’Italia a San Martin, Marisa Costantino, e il Consigliere argentino del CRAM, Federico Mandl, che è anche Vice Presidente dell’Associazione.  La manifestazione è stata anche l’occasione per pubblicizzare la festa del 34° anniversario di fondazione dell’Associazione, che tiene uniti l’Abruzzo all’Argentina, che si svolgerà il prossimo 27 di agosto.

 

Coccopalmeri L'Arte Orafa

Coccopalmeri L'Arte Orafa

“Il Museo dell’Angelo di Anykščiai si arricchisce di una creazione eccezionale”. Così si sono espressi sabato scorso i membri del comitato d’accoglienza durante la cerimonia di consegna dell’Angelo dell’Amore, il nuovo gioiello di Franco Coccopalmeri e che entra a far parte della mostra permanente del museo. Nella sala gremita della prestigiosa galleria lituana, la poetessa Gabija Bulanavičiūtė ha esaltato la presenza dell’orafo abruzzese con grandi parole d’elogio e i numerosi giornalisti presenti hanno dato in questi giorni ampio spazio alla notizia sui media lituani.

 

HANNA VINCE

 HANNA VINCE

Continua lo splendido momento di massimo fulgore artistico della cantante pescarese Anna Rosini, in arte Hanna. Dopo gli strepitosi consensi e successi ottenuti nelle trionfali tournèe effettuate recentemente in Canada, Stati Uniti e Bielorussia, meritandosi l’appellativo di ambasciatrice della canzone italiana nel mondo, l’associazione “Movimento Arte e Cultura”, organizzatrice della 38° edizione del Festival della Canzone Italiana in Belgio, ha fortemente voluto la partecipazione di Hanna nell’importante manifestazione canora che si è tenuta lo scorso 13 maggio, nella sala “Regina Elisabetta” del Palazzo dei Congressi di Liegi, in Belgio e che ha registrato in passato la presenza di numerosi ed affermati artisti del calibro di Luca Barbarossa, Orietta Berti, Peppino Di Capri, Iva Zanicchi, Amedeo Minghi ed altri ancora.

 

LA COMMISSIONE EUROPEA PLAUDE AL LAVORO DELL’AUTORITÀ DI GESTIONE

LA COMMISSIONE EUROPEA PLAUDE AL LAVORO DELL’AUTORITÀ  DI GESTIONE

Con nota Ares (2017) 1839369 - 2007CB16IPO001 “Valutazione della relazione annuale di controllo e parere annuale” la Commissione Europea ha fornito la valutazione positiva sul sistema di gestione e controllo del Programma IPA Adriatic CBC per l'annualità 2016. 

La Direzione Generale per la Politica regionale e urbana ha infatti esaminato la relazione di Audit di sistema trasmesse il 31 gennaio scorso dall’Autorità di Audit del Programma IPA Adriatic, dott. Sergio Iovenitti, e l’ha ritenuta conforme all’art. 105 del Reg. CE n. 718/2007 del Consiglio Europeo.

 

FEDAMO, ELETTI PRESIDENTE E COMMISSIONE

FEDAMO, ELETTI PRESIDENTE E COMMISSIONE

Buenos Aires, 12 aprile 2017 - Si sono riunite le Associazioni Abruzzesi che fanno parte della FEDAMO, nella città di Campana, provincia di Buenos Aires, per svolgere l’Assemblea generale ordinaria. L’Assemblea è iniziata con un minuto di silenzio in ricordo dell’ex Presidente del Circolo Abruzzese di Campana, Emidio Ciaccia. A seguire i giovani Diego Verna e Mariana Santana, che hanno partecipato al Congresso Internazionale dei Giovani Abruzzesi, svoltosi nell’ottobre 2016 nella città di Casoli in Abruzzo, hanno comunicato i loro pareri sull’evento.

 

L’ABRUZZO VINCE IN KENIA

L’ABRUZZO VINCE IN KENIA

Con lezione triplice Kenia, villaggio di Sigor, vicino al fiume Wei Wei nella regione del West Pokot: 300 famiglie potranno lavorare e vivere dove sono nati, grazie a un lenzuolo di terra di 350 ettari strappati alla savana.

A fare il “regalo di Natale” ai kenioti sono stati 4 costruttori abruzzesi che in Kenia stanno realizzando un sistema di campi e relativa rete irrigua che finalmente consentirà l’agricoltura a chi in quella terra ci vive senza speranza. Una terra che solo quest’anno, e solo verso l’Italia, ha conosciuto un esodo biblico di 0,5 milioni di persone.

“I 4” sono Alma C.I.S. Srl (la Capogruppo) di Enrico Marramiero, MIC Srl Gruppo Gravina di Gabriele, Leonardo e Francesco Gravina, Impresa Di Cintio Srl di Paolo Di Cintio, Di Carmine Costruzioni Srl di Gianni, Piergiorgio e Andrea Di Carmine, che per partecipare al bando della Cooperazione Italiana e del Ministry of Regional Development Authorities del Kenia si sono raggruppati nella Società AlmaK.

Il bando di gara? 5 milioni di euro di lavori: quindi, gambe in spalla e… partenza. E non è un modo di dire perché l’ing. Romandini c’è andato davvero in Kenia a portare il plico per partecipare al bando pubblico. “Eh si, andammo ‘a piedi’ fino in Kenia perché ad una prima tornata della gara – l’altro concorrente era una major internazionale - la nostra proposta non è mai arrivata a destinazione: rimase ferma all’ufficio postale di Sigor a due ore di auto dalla meta. Il messaggio fu chiaro, e quando per un inghippo di natura giuridica si dovette procedere a nuova indizione di bando, beh, non facemmo nessuna spedizione postale e siamo andati fino là con il pacco in mano.

Anzi, andò in spedizione appunto il fido Luigino, il nostro Ing. Romandini” - racconta Paolo Di Cintio non senza i sorrisi e qualche sottointeso di chi l’ha spuntata all’altro capo del mondo e su un colosso. L’anno prossimo, a margine del sistema irriguo, saranno completati anche i lavori delle opere d’arte di protezione dalle frequenti e dannosissime precipitazioni meteoriche che inondano i campi già esistenti. Intanto, lo scorso 2 novembre si è svolta la cerimonia di inaugurazione in pompa magna alla presenza delle Autorità e delle Istituzioni.

È stato il presidente del Kenia in persona, Uhuru Kenyatta, ad inaugurare la terza e ultima fase del progetto. Buon Natale si, ma più che auguri questi sono una lezione di impresa, di sviluppo e di progresso, cioè di vita economica: dimostrano che quando le imprese si mettono insieme vincono, che i comparti industria e agricoltura sono integrati e in questo hanno il loro futuro di sviluppo, che la soluzione all’invasione migratoria dell’Africa esiste e produce ricchezza e lavoro. Questo è il progresso, e non fa rima con guerra

 

LA TRAGEDIA DI MARCINELLE

A Hornu, in Belgio, la chiusura dell’Anno commemorativo nel 60°. Il 16 dicembre convegno conclusivo, il 17 l’omaggio alle vittime nella miniera di Bois du Cazier

L’Aquila 13 dicembre 2016 - Si chiuderà il 16 dicembre 2016 a Hornu, l’Anno commemorativo del 70° anniversario degli Accordi migratori italo-belgi e del 60° del disastro di Marcinelle, romosso dai Comites del Belgio, d’intesa con l’Ambasciata d’Italia a Bruxelles, in collaborazione con ANFE, ITAL-UIL, INCA-CGIL, FILEF, ACLI, USEF, ASBL-Leonardo da Vinci.

Ne ha dato recentemente notizia Raffaele Napolitano, presidente del Comites di Bruxelles-Brabante-Fiandre e coordinatore dell’Inter-Comites del Belgio, comunicando il Programma della manifestazione conclusiva che si svolgerà dalle ore 18:00 presso il Centro Culturale Italiano di Hornu, nei pressi di Mons (a 15 km circa), la bella città della Vallonia dov’è Sindaco Elio Di Rupo, già Primo Ministro del Belgio, figlio d’un emigrato abruzzese di San Valentino, in provincia di Pescara.

Sono in agenda, nell’ordine, gli interventi dello stesso Raffaele Napolitano, quindi Michele Schiavone, Segretario Generale del CGIE, l’on. Gianluca Miccichè, Assessore all’Emigrazione  Politiche sociali e del lavoro della Regione Sicilia, il Consigliere Giovanni Maria De Vita, Ministero degli Esteri - Direzione Generale per gli italiani all'estero e le politiche migratorie, il Direttore nazionale Associazione Nazionale Famiglie Emigrati (ANFE) Gaetano Calà, e infine il Presidente dell’Osservatorio Regionale Emigrazione dell’Abruzzo, Goffredo Palmerini.

Verrà consegnato, a seguire, un Riconoscimento alle Associazioni Socio-culturali che hanno collaborato alla realizzazione dell’Anno commemorativo. Alle 19.00 è prevista la presentazione del fumetto “Storia dell’immigrazione italiana in Belgio”, con la presenza dell’artista e autore, Antonio Cossu. Nel corso della serata saranno raccolti fondi da destinare alle zone terremotate del centro Italia, colpite dai sismi del 24 agosto e del 26 e 30 ottobre 2016.

L’indomani mattina, 17 dicembre, una delegazione si recherà a Marcinelle per rendere onore alle vittime della tragedia, con un omaggio floreale da deporre, alle ore 11, al monumento funerario nel locale Cimitero, e successivamente recandosi nella miniera di Bois du Cazier - dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità - dove l’8 agosto 1956 persero la vita 262 minatori, 136 dei quali erano italiani e tra questi ben 60 erano abruzzesi.

 

UNA CHIESA GIOVANE

UNA CHIESA GIOVANE

Amman, 19 novembre 2016 - Un incontro speciale, inaspettato, soprattutto genuino quello avuto con Mons.  Pierbattista Pizzaballa. Alto, elegante e sorridente entra nella sala grande delle udienze del vicariato apostolico di Amman. Noi tutti della stampa cattolica li colti da sorpresa  per tanta bellezza e straordinaria sensibilità. Parole semplici di saluto, di accoglienza e disponibilità. Sorriso disarmante per dare inizio alle attività di nuova nomina in Giordania: scoprire dunque la realtà della diocesi.

 

CRISTIANI IN MEDIORIENTE

CRISTIANI IN MEDIORIENTE

Infuria l'offensiva dell'esercito regolare per liberare la città irachena dalle mani dello Stato Islamico. Ad osservare da lontano quanto accade le centinaia di migliaia di sfollati e profughi fuggiti dalla città dopo l'arrivo dell'Isis nel giugno del 2014. Tra loro anche decine di migliaia di cristiani. Sparsi tra Libano, Turchia e Giordania attendono l'epilogo della battaglia prima di decidere se tornare o meno.

 
Pagina 1 di 9